Rilassamento per battere lo stress

Per affrontare lo stress esistono numerose terapie, tra le quali il training autogeno. Un buon punto di partenza contro lo stress è imparare a rilassare il proprio corpo e la propria mente.

Una definizione dello stress lo indica come uno stato di tensione dell'organismo in cui vengono attivate delle difese per far fronte ad una situazione di minaccia. Esso può essere acuto, quando si riferisce a situazioni di carattere intenso ma transitorio, oppure cronico, quando tale condizione si protrae nel tempo logorando gradualmente le capacità di adattamento e di resistenza dell'organismo. Una tecnica di rilassamento come il Training autogeno è efficace sia nella prevenzione che nella cura dei disturbi da stress.

Il Training autogeno viene spesso proposto in una versione blanda, ma inserito in un contesto psicologico e/o psicoterapeutico acquisisce un forte potere. Si tratta di una tecnica di rilassamento e concentrazione per aumentare il benessere psico-fisico e allargare il proprio campo di consapevolezza. La tecnica originale non richiede una applicazione ogni tanto ma necessita di uno sforzo maggiore che verrà lautamente ricompensato.
E' una pratica da fare 5-10 minuti al giorno e che dopo almeno tre mesi darà enormi benefici. In realtà da subito si può assaporarne i risvolti rispetto alla qualità di vita ma nel lungo termina determina uno stato della persona completamente diverso.

Molte persone pensano che il rilassamento sia una cosa semplice: ci si mette tranquilli e basta. Ma in realtà non è così, rilassarsi non vuole dire semplicemente riposare il proprio corpo. E' veramente sorprendente constatare che circa l'80% delle persone non è in grado di rilassarsi completamente, neppure durante il sonno. Tutta questa difficoltà a rilassarsi è dovuta a cattive abitudini e alle continue condizioni di stress fisico e psichico alle quali tutti noi siamo sottoposti.

E' molto importante anche la respirazione, infatti rilassamento e respirazione vanno a braccetto, sono strettamente collegati fra di loro e costituiscono due elementi fondamentali per affrontare lo stress. Purtroppo viviamo tutti, chi più chi meno, in un ambiente dove lo stress regna sovrano, dove i mille rumori della città e ritmi massacranti scanditi da uno stile di vita che non conosce pause fanno parte del quotidiano. Per tutti questi motivi una corretta pratica di rilassamento si rivela, ad un primo approccio, piuttosto ostica e di non facile apprendimento.

Ecco un esercizio molto semplice che può essere eseguito la sera, prima di andare a letto, oppure la mattina, prima di alzarsi dal letto. Si tratta di un esercizio semplice, ma che se eseguito per una decina di minuti, aiuta a riposare la mente ed eliminare la fatica:

Va eseguito in posizione supina, distesi con la mani lungo i fianchi. Iniziamo con una fase neuromuscolare: dovremo sentire il progressivo rilassamento dei muscoli di tutto il corpo. Se rende più facile il procedimento è possibile partire dai pedi, uno alla volta, formulando nella mente una frase come "Il mio piede sinistro è completamente rilassato", e proseguire poi risalendo verso tutto il resto del corpo.

Quando si arriva alla testa, la prima cosa da fare è quella di rilassare il capo dirigendo l'attenzione della mente verso la nuca per controllare che i muscoli non siano tesi ma rilassati. Una cosa estremamente importante è il rilassamento dei muscoli dei globi oculari, che sono costantemente tesi come un arco e che devono essere sciolti eliminandone la tensione.

Quando sentiamo di avere raggiunto un rilassamento quasi totale dovremo regolare la respirazione, mantenendo un ritmo lento e regolare. A ciò seguirà l'ascolto del proprio cuore, in cui dovremo ascoltare il nostro muscolo cardico battere dolcemente associando ad ogni battito un senso di benessere e di tranquillità.

Link:http://www.edoardosavoldi.it/

©2020 TrovaInfo | Privacy Policy | Powered by egolem.it